Help Line

FB / IG / LK / YT

News

Raggi UV: consigli pratici per proteggersi

Sentiamo spesso parlare dei raggi ultravioletti e dei rischi ad essi correlati per la nostra salute, ma che cosa sono i raggi UV?
Il sole è un alleato fondamentale per la salute dell’uomo. I suoi raggi regolano, infatti, diversi equilibri del nostro organismo interno. In particolare, sono essenziali per stimolare ed attivare la produzione di vitamina D.
Le radiazioni ultraviolette sono solo una piccola percentuale dello spettro di radiazioni da cui sono composti i raggi solari e corrispondono ad un segmento dello spettro elettromagnetico la cui lunghezza d’onda varia dai 100 ai 400 nanometri, non visibile dunque all’occhio umano. Ciononostante, pur non venendo direttamente percepiti, possono essere responsabili di un invecchiamento precoce della pelle, di tumori cutanei, scottature ed eritemi, se non sono affrontati con le dovute precauzioni.
Il primo passaggio per proteggere in maniera adeguata la propria pelle è quello di conoscerne il fototipo. Quando si parla di fototipo, nello specifico, si fa riferimento a 6 diverse tipologie di pelle, ognuna con caratteristiche differenti, e che dunque richiede un grado di protezione specifico: più basso è il fototipo di appartenenza, maggiore sarà la sensibilità alle radiazioni ultraviolette, e di conseguenza il livello di protezione richiesta.

Le diverse tipologie di UV
Come abbiamo già detto, le radiazioni UV coprono quella porzione dello spettro elettromagnetico con una lunghezza d’onda compresa tra 100 e 400 nanometri e si dividono in tre categorie principali:

  • UVA (315-400 nm)
  • UVB (280-315 nm)
  • UVC (100-280 nm)

In generale, la capacità di penetrazione e quindi la “pericolosità” per l’uomo dei raggi UV aumenta al diminuire della lunghezza d’onda e all’aumentare della frequenza.
La maggior parte dei raggi UV che raggiungono la superficie terrestre sono UVA e, in piccola parte, UVB, mentre gli UVC sono totalmente assorbiti dall’atmosfera. Inoltre, i livelli di UV sono più alti al crescere dell’altitudine e verso mezzogiorno o nei mesi estivi. Ma anche se si è in città ed è nuvoloso è sempre comunque presente la possibilità di un’incidenza di raggi UV sulla pelle. Ecco perché è necessario non perdere mai di vista l’importanza di proteggersi dagli stessi.
Altri fattori ambientali che influenzano i livelli di UV sono lo strato di ozono e la capacità riflettente della superficie terrestre (per esempio, la neve riflette circa l’80% delle radiazioni UV, la sabbia della spiaggia circa il 15% e l’acqua del mare il 25%).

Ma quindi come proteggersi dai raggi UV?
È importante limitare i danni provocati dall’esposizione ai raggi UV proteggendosi non solo nei mesi estivi, ma durante tutto l’anno. Occhiali da sole, cappello a tesa larga e creme con fattore di protezione solare adeguato al proprio fototipo sono solo alcuni degli espedienti da tener sempre presente quando si parla di protezione e prevenzione.
A questi tre suggerimenti fondamentali vanno poi aggiunte altre raccomandazioni:

  • evitare l’esposizione al sole durante le ore più calde della giornata
  • indossare abiti leggeri che coprano anche braccia e gambe
  • evitare l’esposizione ai raggi UV a seguito di una precedente reazione al sole.

L’estate è sempre la stagione del relax al mare, in spiaggia o anche in montagna; un periodo in cui molte persone amano anche trascorrere molto tempo al sole per ottenere un’abbronzatura dorata ed invidiabile. Non dimentichiamoci però di porre sempre la salute al primo posto, ricordandoci di proteggere la nostra pelle adeguatamente, prevenendo così spiacevoli inconvenienti e possibili rischi.

Per scoprire altri modi per proteggerti visita la sezione dedicata sul sito.

Fonti

La Carolina Zani Melanoma Foundation ETS Protagonista del Match Brescia Basket vs. Umana Reyer Venezia

Il ruolo del caregiver nella cura del paziente con melanoma

La Fondazione premia la vincitrice del primo bando di ricerca

Ti ascoltiamo

Per qualsiasi necessità non esitare a contattarci.

Help Line

La Carolina Zani Melanoma Foundation, attraverso una collaborazione con A.I.Ma.Me. Associazione Italiana Malati di Melanoma, mette a disposizione una sezione dedicata alla Helpline: uno spazio di ascolto in grado di fornire informazioni, supporto e guida a chiunque abbia domande o dubbi su questa malattia.

A.I.Ma.Me.

06 49776088
info@aimame.it​

L'ambiente si aiuta anche con piccoli semplici gesti

Questa schermata permette al tuo computer di consumare meno energia elettrica quando ti allontani o non stai navigando sul nostro sito internet.