Help Line

FB / IG / LK / YT

News

Il melanoma nei bambini

Quando parliamo di prevenzione del melanoma, capita spesso di ricevere domande (che nascondono un bel po’ di preoccupazione) dai genitori che vogliono proteggere al meglio i propri figli, soprattutto se piccoli, dal rischio di melanoma. Alcuni ritengono che sia assolutamente esagerato e che i bambini non debbano vedere un dermatologo fino a una certa età, mentre altri consigliano screening dermatologici anche ai bambini. Quale è la verità, dunque? E soprattutto, come bisogna comportarsi con i più piccoli nell’ambito della prevenzione del melanoma?

La prima buona notizia è che nei bambini l’incidenza di melanoma è aneddotica, ovvero si tratta di casi estremamente rari. Il che da un lato ci dice che è possibile avere un melanoma anche da bambini, ma dall’altro ci tranquillizza sul fatto che si tratta di un rischio veramente bassissimo e questo dovrebbe tranquillizzare tutti i genitori. Ovviamente star tranquilli non significa ignorare i campanelli d’allarme, che ormai ben conosciamo, come la regola dell’ABCDE e del brutto anatroccolo.

Benché nei bambini sia estremamente raro che si formi un melanoma, è proprio in quell’età che si può verificare un danno che aumenterà di molto il rischio di svilupparlo in età adulta: si tratta delle scottature solari. Proprio per questo i genitori che vogliono proteggere al meglio i propri figli dal melanoma devono prima di tutto preoccuparsi della prevenzione primaria e dunque seguire le corrette regole di esposizione al sole: fino a un anno di età i bambini non devono assolutamente essere esposti al sole, né utilizzare creme solari. L’unica protezione sarà proprio la non esposizione ai raggi solari. Dopo l’anno di età è raccomandato l’uso di creme solari abbinato ad una corretta esposizione, ovvero evitando di esporsi nelle ore centrali della giornata (dalle 11 alle 16 circa). Sarà proprio proteggendo i nostri figli dalle scottature che ridurremo un importante fattore di rischio per lo sviluppo del melanoma.

E come ci si comporta con i nei? Che nascano sulla pelle del bambino è assolutamente normale, non è quindi un fatto preoccupante, tuttavia è bene che quei nei vengano controllati da un esperto. Una prima visita può essere condotta dal pediatra e in caso di dubbi ci si può rivolgere ad un dermatologo.

di Gianluca Pistore

La Carolina Zani Melanoma Foundation ETS Protagonista del Match Brescia Basket vs. Umana Reyer Venezia

Il ruolo del caregiver nella cura del paziente con melanoma

La Fondazione premia la vincitrice del primo bando di ricerca

Ti ascoltiamo

Per qualsiasi necessità non esitare a contattarci.

Help Line

La Carolina Zani Melanoma Foundation, attraverso una collaborazione con A.I.Ma.Me. Associazione Italiana Malati di Melanoma, mette a disposizione una sezione dedicata alla Helpline: uno spazio di ascolto in grado di fornire informazioni, supporto e guida a chiunque abbia domande o dubbi su questa malattia.

A.I.Ma.Me.

06 49776088
info@aimame.it​

L'ambiente si aiuta anche con piccoli semplici gesti

Questa schermata permette al tuo computer di consumare meno energia elettrica quando ti allontani o non stai navigando sul nostro sito internet.